Dico sì e no

Dato che il nuovo presidente Cei Bagnasco parla ancora male dei Dico in un articolo sul Corriere intervengo citando 10 punti, liberamente tradotti da qui, sul perchè i gay non dovrebbero sposarsi:

  1. Essere gay non è naturale. Il vero italiano rifiuta tutti gli artifici non naturali come gli occhiali da vista, il poliestere e l’aria condizionata;
  2. I matrimoni tra gay incoraggeranno altre persone ad essere gay, così come se cammini con persone alte diventi anche tu alto;
  3. Legalizzare il matrimonio gay aprirà la strada a ogni tipo di stile di vita folle. Le persone vorranno sposare i propri animali domestici, perché ovviamente un cane ha una personalità giuridica e i diritti civili per sposarsi
  4. Il matrimonio eterosessuale esiste da moltissimo tempo e non è mai cambiato minimamente; le donne sono ancora una proprietà del marito, le nozze sono decise dai genitori, il padre ha diritto di vita e di morte sui figli, i neri non posso sposare i bianchi e il divorzio non esiste;
  5. Il matrimonio eterosessuale perderà valore se sarà permesso anche ai gay di sposarsi. La santità dei sette matrimoni di Liz Taylor verrebbe distrutta
  6. I matrimoni eterosessuali sono validi perché sono fertili e producono figli. Le coppie gay, quelle sterili e le persone anziane non devono potersi sposare, perché i nostri orfanotrofi sono vuoti e il mondo ha bisogno di più bambini ;
  7. Ovviamente i genitori gay tirerebbero su figli gay, proprio come da genitori eterosessuali nascono soltanto figli eterosessuali ;
  8. Il matrimonio gay è vietato dalla religione. Dunque in una teocrazia come la nostra i valori di una religione devono essere imposti all’intera nazione. Ecco perché in Italia c’è una sola religione e tutti i bambini devono essere battezzati alla nascita;
  9. I bambini non saranno mai sereni ed equilibrati senza un modello maschile uno femminile a casa. Per questo nella nostra società quando un genitore è da solo, o perché è vedovo o perché è stato lasciato, gli vengono tolti anche i figli.
  10. Il matrimonio gay cambierà i fondamenti della nostra società e noi non potremmo mai adattarci alle nuove norme sociali. Proprio come non ci siamo mai adattati alle automobili, al lavoro in fabbrica e all’allungamento della vita media

Bene. A proposito guardate: sono davvero simili Ratzinger e Palplatine, come Obi Wan e Padre Pio: Star Wars e il vaticano, quali segreti nascondono?

Trecento Spacca

Ieri sera con il mio fratellino sono andato al cinema a vedere 300, film basato sul fumetto di Frank Miller (lo scrittore di Sin City).

La storia è quella dei 300 guerrieri spartani alle Termopili. Un film spettacolare, macho, che sicuramente andrò a rivedere al cinema perchè è veramente fantastico. Consiglio a chi è piaciuto Sin City e film sul genere guerra/azione di andarlo a vedere perchè è davvero bello, mix tra realtà, storia e fumetto.

Tanti Auguri

Tantissimi auguroni al mio fratellino che oggi diventa adulto-vecchio-saggio-MAGGIORENNE.

Qui, a destra nella foto, quando era giovane.

Auguroni

Esami in Progress

Giornata ricca. Oggi pomeriggio verso le quattro e mezzo ho sostenuto l’esame di “Semiotica Strutturale e Generativa”: ho vinto, 30 e lode. Bene, meno 11. Adesso ne ho altri due lunedì, “Scrittura Efficace” e “Teorie e Modelli dello Spazio” (Geografia). Poi ad aprile Storia Contemporanea. Per gli altri 8 esami altre informazioni arriveranno.

Laura 105

Complimenti a Laura: oggi è diventata una laureata, non ancora dottore perchè, ufficialmente, si diventa dott. dopo la specialistica.

E’ stata davvero brava oggi: bellissima nel suo vestito, precisa e sicura nella presentazione. La commissione le ha dato il massimo, 10 punti pieni, ed è uscita con un bel 105: laureata a pieni voti.

Bravissima, sono molto orgoglioso di lei: brava, brava, brava.

Su Flickr ho messo i papiri goliardici, sono molti divertenti e consigllio una rapida occhiata. Se qualcuno li volesse in PDF, mi mandi una mail.

Festa del Papà

Oggi è la festa del papà: tanti auguri anche al mio. Domani, alla laurea di Laura glieli farò di persona.

Grandi uscite

Giornata ricca di post questa, ben tre, dovuta a un giovedì frenetico senza pause per scrivere con un sacco di avvenimenti: le tre uscite sono 1 Mondo dei fumetti 2 Mondo del cinema 3 Libreria.

1) Per quanto riguarda il mondo dei fumetti: è iniziata oggi la miniserie crossover (cioè coinvolge tutte le testate dei vari fumetti editi Marvel) Civil War, che promette di portare grandi sconvolgimenti nel mondo del fumetto. Cosa contiene questa miniserie come elementi paragonabili solo alla morte di superman (non leggere se non vuoi rovinarti la sorpresa):

        • l’uomo ragno e molti altri supereroi si tolgono la maschera; bella forza, diranno alcuni, lo sapevamo tutti che era Peter Parker. Sì, ma non lo si sapeva nel fumetto, stiamo parlando di due universi paralleli e non compenetrabili, prima c’era un patto tra lettore e scrittore: tu lo sai chi è l’uomo ragno, ma non dirlo, nel fumetto non lo sa nessuno! (approfondirò prossimamente il discorso con un post semiotico).
  • capitan america muore. Sì, purtroppo la marvel ha deciso di uccidere uno dei suoi personaggi più famosi e longevi: basti pensare che Cap è in pista dalla metà del 900, quando serviva più che come svago per tenagers, come mezzo di propaganda (Funzione che i fumetti svolgono ancora peraltro).
  • Ho già comprato il primo album che compone questa miniserie.

2) Mondo del cinema: esce stasera Ghost Rider, uno dei personaggi più dark della marvel dopo Blade il vampiro. Questo film fa parte di un filone oscuro che sta colorando le tinte del cinema dei supereroi: vedremo infatti che i prosimi film targati marvel avranno toni più cupi.: ad esempio Spiderman 3, Fantastici4 2, Sin City 2 etc. Uscirà inoltre a breve 300, un film sulle termopili basato sul fumetto di Arthur Miller, già autore di Sin City (film imperdibile).

3) Esce oggi finalmente, il secondo capitolo delle Guerre Emerse di Licia Troisi, una delle migliori scrittrici fantsy del panorama italiano.

Scoperta Firefox

A tutti i fortunati possessori di un mac che usano firefox.

Ho scoperto, per caso, scrivendo il precedente post una simpatica funzione del browser:

Come sapete, sul mac, se premi “ctrl” e fai sul touchpad uno scroll a due dita le dimensioni video aumentano. Ma cosa succede se sei su firefox, premi “mela”, e fai lo scroll? Scopritelo. Vi lascio questa sorpresa.

Ditemi se non è divertente ed utile

Mac vs Scienze Naturali

Come ho già scritto in questo post, martedì laura si laurea (interessante scioglilingua: ditelo più volte velocemente ad alta voce).

Come in molte altre facoltà la discussione avviene attraverso una presentazione del suo testo tramite alcune slide in power point. Ieri mattina va a fare le prove di presentazione: giusto per controllare che si leggano i caratteri e le tabelle, vedere che i colori non “sparino” troppo, che le animazioni partano etc.

Telefonata alle 11: qui hanno windows e ci sono problemi con la presentazione fatta sul mac. Raggiungo subito Laura in facoltà mentre lei, battendomi in velocità torna a casa, prende il mac e torna in aula. Arrivo nell’aula dive si discuterà la tesi e ci sono alcuni problemi con le trasparenze e le dimensioni dei caratteri.

Il tecnico, una ragazza gentilissima, mi propone di collegare il mac al proiettore: perfetto! Già m’illudo: con il mac adesso altro che ppt, usiamo keynote! E va alla ricerca del cavo per collegare i dispositivi. Torna con il connettore del MacBookPro, che non funziona con il MacBook di Laura.

Il tecnico mi dice: vai a parlare di la con quelli che hanno il mac che io, a riguardo, non ne so molto. Passo lungo il corridoio e vedo alcuni ricercatori: tutti con il mac (tenete bene a mente questo particolare), chiedo, ma nessuno ha il connetore.

Torno indietro e riferisco. Il tecnico poi mi confida: è meglio, se poi se la fai con windows, erchè se arrivi qui e colleghi il mac, i professori s’indispettiscono. Sai li ho sentiti dire “Ma il candidato non poteva usare un pc normale?”…

Silenzio.

Va bene.

Decidiamo per fare felice la commissione di passare il lavoro su windows per ingraziarci la commissione, con una lacrima da parte mia, già preso bene per la presentazione con un mac.

MORALE:

  1. Pc = Docenti Vecchi (ed anche antipatici) Mac = Ricercatori Giovani
  2. Mac rules the world, ma i docenti rules the university, sob.

Fitness e Risorse

Da settembre passo la maggior parte delle mie serate in palestra: insegno arti marziali (Tai Chi Chuan e Shaolin), tengo dei corsi di Fitbox ed infine svolgo anche l’attività d’istruttore in palestra.

Sono molto felice del mio lavoro perchè mi permette sia di studiare (lavoro due sere a settimana e due pomeriggi, nei quali la palestra è deserta), sia di fare un’attività che mi piace da impazzire (mi alleno “a gratis” e insegno arti marziali e fitness), sia di imparare.

Cosa mi insegna tenere questi corsi?

  • Innanzitutto sto imparando a spiegarmi: esiste una differenza sostanziale tra sapere fare qualcosa ed essere in grado di spiegarla correttamente ed insegnarla. Inoltre devo confrontarmi ogni giorno con persone diverse, ognuna con la sua storia sportiva: c’è chi fa sport da una vita, ma anche chi, dalle scuola medie, l’unica cosa che ha fatto è stato passare dalla tv al letto; ogni persona richiede un approccio diverso e una cura diversa nel trattare un argomento piuttosto che un altro.
  • Seconda cosa che sto imparando è gestire un gruppo: da una parte devo stimolare i miei allievi e farli anche divertire, soprattuto con la fitbox, ma dall’altra devo affermarmi anche nel ruolo di istruttore/leader, altrimenti la classe se ne và per i fatti suoi senza prestare attenzione a quello che dico e rischiando di farsi male.
  • Infine impari a motivare le persone che vengono da te, cercando di capire quali sono i loro scopi, dimostrando che loro, per te, sono importanti e che sai che cosa vogliono. Inoltre ogni persona ha i suoi bisogni specifici: c’è la persona che ha paura di non dimagrire e bisogna incoraggiarla per ogni piccolo miglioramento; c’è chi si senteil re del mondo e bisogna fargli capire che la strada è lunga; e così via, cambiando persone ogni giorno ed approfondendo il rapporto con i clienti affezionati, con i quali crei un rapporto lavorativo dove, per farli sorridere e soddisfare, devi avere già pronte le risposte alle loro domande, anticipandoli: “sai, ti ho guardato mentre ti allenavi e dato che mi avevi detto che volevi x, ti ho preparato dei nuovi esercizi, solo per te”.

Palestra grande scuola come ogni attività: l’importante è saper osservare, capire e imparare.